mercoledì , novembre 22 2017
Home / Poker / Poker: l’ISPT non si giocherà al Wembley Stadium. Salta lo sponsor

Poker: l’ISPT non si giocherà al Wembley Stadium. Salta lo sponsor

La notizia aveva fatto immediatamente il giro del mondo; Laurent Tapie, dopo aver rinunciato all’affare Full Tilt Poker acquistata da Pokerstars, aveva annunciato in grande un nuovo che avrebbe dovuto essere ospitato nella prestigiosa cornice del Wembley Stadium. L’International Stadium Poker Tour (ISPT) era un progetto ambizioso sia per la sede, storica ed intoccabile sede del calcio Inglese, sia sotto il profilo organizzativo. 30.000 giocatori per un buy-in da 600€ ed un montepremi garantito da 20 milioni di euro; in sostanza uno dei più grandi tornei al mondo, legato a filo doppio con il mondo del calcio visto che Tapie aveva annunciato anche una tappa a San Siro, casa dei Rossoneri.

Originale anche la formula del torneo; gli iscritti avrebbero dovuto sfidarsi dagli spalti attraverso i propri Tablet e solo nel Day 2 i migliori avrebbero potuto mettere piede sull’erba del mitico stadio di Wembley; parliamo al condizionale perché è stato lo stesso Tapie a rinunciare anche a questa nuova impresa. Dopo l’uscita dall’affare Full Tilt infatti, il figlio del magnate francese si è trovato senza sponsor ed ora è in cerca di un’altra poker room per realizzare il progetto; inutile dire che gli investitori non hanno sommerso di richieste Tapie che nell’ultimo anno sembra aver perso il senso dell’orientamento.

Il torneo è stato ufficialmente rinviato di un anno ed il rischio di un ulteriore fallimento per il gruppo era forse troppo alto per azzardare un evento di dimensioni epiche come quello pensato per il Wembley Stadium; certo per il poker sarebbe stata una svolta epocale. Diversi giocatori avevano dichiarato di sentirsi emozionati ed onorati di poter calcare il prato dove si sono disputate alcune tra le più importanti partite di calcio di sempre e dove migliaia di persone hanno assistito a concerti memorabili come quello dei Queen nel 1986.

Nulla da fare a questo punto per suggellare l’intreccio ormai consolidato tra gaming online e calcio sostenuto dalle tante sponsorizzazioni che in questi anni hanno visto coinvolte anche molte squadre Italiane come la Juventus o la stessa Nazionale di Calcio Inglese da parte di una notissima piattaforma di scommesse. A questo punto non resta che aspettare la prossima mossa del Tapie Group per capire se questo progetto potrà andare in porto e vedere la luce nel Maggio prossimo il che sarebbe anche decisamente più opportuno visto la concomitante presenza delle Olimpiadi e degli Europei di calcio di quest’anno.

About Zoro

Cerca Anche

Arrivano i casinò online AAMS, quale scegliere e come

Secondo Casinò Online Italia, una delle fonti più autorevoli in materia di giochi da casinò …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *