lunedì , Ottobre 19 2020
Home / Poker / Scommesse e gestione del bankroll: ecco tanti consigli utili

Scommesse e gestione del bankroll: ecco tanti consigli utili

Avvicinarsi al mondo delle scommesse sportive online è molto semplice, ma lo è ancora di più prendere le decisioni scorrette nella gestione del capitale che è stato assegnato a questa attività. Tanti utenti che sono alle prime esperienze, infatti, non hanno la benché minima idea di come poter gestire in maniera efficace tale situazione.

Non è semplice capire come si può organizzare nei minimi dettagli la gestione del proprio bankroll, anche in virtù del fatto che sul web c’è la possibilità di trovare un gran numero di piattaforme. Tra i portali che stanno riscuotendo il maggior successo troviamo sicuramente reloadbet.eu. Sono davvero tanti i motivi che possono portare gli utenti a scegliere questo bookmaker.

Prima di tutto, per il fatto di offrire un importante bonus di benvenuto pari a 100% fino ad una somma massima erogabile che arriva fino a 120 euro sulle scommesse sportive. Stesso discorso anche per quanto concerne la sezione dedicata al casinò online, che prevede un bonus del 100% sul primo versamento che viene effettuato sul proprio conto di gioco fino ad un tetto massimo pari a 300 euro. Tra gli altri punti di forza di questa piattaforma troviamo sicuramente il fatto di avere un palinsesto ampio e dettagliato, che permette di piazzare delle puntate su un gran numero di campionati, come ad esempio Liga, Serie A, Bundesliga, Ligue 1, ma anche importanti tornei a livello continentale, come ad esempio Champions League ed Europa League. Da notare anche la sezione Live, in cui ci sono diverse discipline sportive su cui piazzare delle puntate in tempo reale, tra cui pure baseball, tennistavolo, calcio e tennis. Stupisce in modo particolare la sezione dedicata alle scommesse sugli eSports, un settore in forte crescita, che sta appassionando sempre più giovane per una comunità globale che continua a ingrandirsi anno dopo anno.

Come impostare il proprio bankroll personale

Il primo passo, ancor prima di stabilire la somma da dedicare alle scommesse sportive, prevede di capire il significato di tale termine. Quando si parla di bankroll, si fa riferimento al quantitativo di soldi che un utente è disposto a investire nel mondo delle scommesse online, ben consapevole che quella somma potrebbe essere persa del tutto. È ovvio che gli scommettitori professionisti sono in grado di investire anche somme decisamente maggiori: gli High Rollers hanno dei bankroll veramente molto alti, mentre gli scommettitori principianti e quelli occasionali vengono ribattezzati “low e medium rollers” proprio per via del fatto che investono un importo molto limitato di denaro.

Piuttosto di frequente gli utenti che sono alle prime esperienze cominciano ad investire un bankroll che si aggira intorno ai 50 euro e poi sfruttano quello per aumentare le proprie risorse. Le scommesse sportive rappresentano una di quelle attività che comporta una gestione del denaro ottimale e serve, quindi, tanto impegno e pazienza in tal senso. Nel momento in cui si crea il proprio bankroll iniziale, si deve selezionare una somma di denaro che ci si può permettere di veder sfumare senza particolari rimpianti. Certo, serve che tale cifra consenta in ogni caso di poter continuare a scommettere anche dopo diverse perdite consecutive.

La scelta della strategia migliore

Una volta che si è scoperto il significato di bankroll, bisogna comprendere come si possa gestirlo nel migliore dei modi. È arrivato il momento, quindi, di sviluppare una vera e propria strategia per poter controllare efficacemente il denaro, gestendo nel migliore dei modi le proprie puntate. Grazie a questo sistema, indipendentemente dal fatto che si vinca o che si perda, si raggiunge l’obiettivo di base, ovvero quello di non perdere tutti i propri soldi in un colpo solo.

La strategia di puntata fissa

Una delle strategie maggiormente conosciute e diffuse è sicuramente quella a puntata fissa. In questo caso, è previsto di puntare sempre la medesima percentuale del proprio bankroll. Giusto per fare un esempio, se un utente ha stabilito un bankroll di partenza pari a 1000 euro e sceglie di optare per questa particolare tattica, il primo passo da seguire sarà quello di capire la percentuale che si potrà scommettere ogni volta. Supponendo, ad esempio, di impiegare il 5%, ecco che la prima scommessa sarà pari a 50 euro, mentre la seconda scommessa dovrà essere ricalcolata sul 5% del bankroll aggiornato, dopo la vincita o la perdita.

Quindi, puntando su una somma così ridotta e contenuta si riesce a coprire il rischio di perdere diverse volte, ma poter contare ancora su sufficiente denaro per le scommesse future. Uno dei punti deboli di tale strategia deriva, però, dal fatto di non riuscire a vincere cifre particolarmente elevate. Insomma, tale strategia non va affatto a preoccuparsi del valore delle quote e dei possibili guadagni a cui si può puntare, ma si limita a considerare solo ed esclusivamente l’importo del proprio bankroll.

La tattica di puntata variabile

In questo caso, sono numerosi i punti in comune con il primo tipo di strategia. In realtà, però, in questa tattica vengono valutati anche il probabile ritorno economico, lo storico dei risultati tra le due squadre e il proprio grado di fiducia. In poche parole, la strategia da attuare prevede sempre di puntare su una percentuale preimpostata del proprio bankroll, ma vengono considerate anche le quote delle varie partite.

Giusto per fare un esempio, nel momento in cui si punta su determinate compagini o certi giocatori che non hanno dalla loro parte i favori del pronostico, qualcosa a cui bisogna prestare la massima attenzione, nella maggior parte dei casi si deve effettuare la divisione tra la somma delle scommesse dedicata alle quote, in modo tale da raggiungere una puntata finale comunque soddisfacente.

Facciamo un esempio pratico per chiarire qualsiasi dubbio: se la prima scommessa prevede l’uso del 5% del proprio bankroll da 1000 euro, sarà pari a 50 euro. Fino a qui nulla di diverso rispetto alla strategia di puntata fissa. In questo caso, si prova a puntare su una quota di una squadra che non è favorita, pari a 10 e si dovrà dividere la somma di 50 euro per tale valore, in maniera tale da ottenere una puntata decisamente più ridotta. Quindi, si dovranno puntare solamente 5 euro su quel determinato esito. È un tipo di strategia che va bene sulle scommesse su squadre considerate underdog, quindi, ma non su quelle ritenute come favorite.

About Sport Trade 24

Cerca Anche

Poker online a torneo e cash, classifica operatori gennaio 2020

Nello scorso mese di gennaio del 2020, per quel che riguarda il poker online a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *