domenica , Giugno 7 2020
Home / Calcio / Gianfranco Zola: Il Calcio è una Terapia
calcio terapia

Gianfranco Zola: Il Calcio è una Terapia

Gianfranco Zola ritiene che il ritorno del calcio “possa agire come una forma di terapia” per la società civile, e dice di essere rientrato in Italia perché l’Inghilterra non ha ancora ben capito l’impatto di questa pandemia.

L’ex regista di Chelsea e Cagliari vive ancora a Londra, ma rivela al Corriere dello Sport di essere tornato in Italia quando la pandemia COVID-19 è esplosa.

“Mi sono stabilito in Inghilterra perché la mia famiglia si è sempre sentita bene lì. Sono tornato in Italia all’inizio di questa emergenza semplicemente perché sembrava che – in Italia – le attenzioni alla gravità del momento fossero maggiori. Rimango grato all’Inghilterra per l’affetto che mi hanno sempre dimostrato lì”.

La Bundesliga riprenderà il prossimo sabato, mentre, come ci segnalano i colleghi della redazione sportiva NewsCalciomercato.eu, che seguono da vicino la Serie A e le ultime news di calciomercato, per i campionati maggiori bisogna ancora attendere.

La Serie A, la Premier League e la Liga stanno continuando a discutere su come tornare in campo in sicurezza, e non tutti sono favorevoli alla ripresa. Di contro, in Francia, Belgio ed Olanda, i campionati sono stati definitivamente sospesi.

Il calcio può aiutarci a ritrovare noi stessi, perché è uno sport che dispensa gioia. Quando c’è incertezza, questo porta alla paura e al rischio di un crollo economico, non solo nello sport. Tutti dobbiamo dare il nostro contributo per andare avanti.” ha aggiunto Zola.

“Credo che il calcio possa essere una forma di terapia, perché stimola l’umore“. Non è solo uno spettacolo simbolico di rinascita, di ritorno alla normalità. Ci manca il calcio, ma abbiamo anche altre questioni a cui pensare. Ora le cose si stanno muovendo e non so se vedremo la fine della stagione, ma spero di sì. Sarebbe ingiusto non farlo”.

Un bel modo di vedere ed interpretare il calcio: con valenza sociale, oltre che economica. Senza dimenticare il grande impatto – oltre 350.000 persone – per quanto riguarda i lavoratori coinvolti direttamente. Non ci resta che attendere per la ripresa degli allenamenti.

About Zoro

Cerca Anche

Calendario Coppa Italia giugno 2020, date e orari fino alla finale

Via libera, da parte del Governo italiano, alle due semifinali di ritorno della Coppa Italia …