lunedì , Luglio 13 2020
Home / Volley / Australian Open: risorgono Federer e Nadal, crollano i numeri uno
Australian Open: risorgono Federer e Nadal, crollano i numeri uno

Australian Open: risorgono Federer e Nadal, crollano i numeri uno

Gli Australian Open, in versione vintage, ripropongono con forza un ritorno al passato, con la caduta dei nuovi numero uno e i successi dei vecchi re come Federer e Nadal, tornati ai propri livelli dopo i calvari per i guai fisici. Anche nel tabellone femminile si sono evidenziati risultati pressochè analoghi, con i trionfi delle due stagionate sorelle Williams e la caduta della numero uno Kerber e di Radwanska.
Roger Federer si è preso la soddisfazione di eliminare il ‘giustiziere’ di Andy Murray, quel Misha Zverev schacciagrandi che non è riuscito ad imporre il proprio ritmo al più esperto avversario. Federer si è imposto in tre set per 6-1 7-5 6-2, confermando quanto di buono messo in mostra nei primi turni degli Australian Open, evidenziando progressi nella tenuta fisica. Per il campione elvetico il tempo sembra essersi fermato.
Il suo tennis è ancora elegante e incisivo, al contempo, come negli anni migliori e adesso l’impresa di centrare per la quinta volta il titolo nello slam australiano sembra davvero essere alla sua portata. L’ostacolo verso la finale si chiamerà Stan Wawrinka in una semifinale davvero equilibrata che promette grandi colpi a iosa e spettacolo per i palati più esigenti. Nei precedenti confronti è stato quasi sempre Federer ad imporsi contro il forte connazionale, aggiudicandosi 18 dei 21 incontri. Oggi la classifica dice fortemente Wawrinka nel pronostico.
Il tennista di origine polacca è al quarto posto nel ranking ATP mentre Federer occupa attualmente il 17.mo posto, un piazzamento chiaramente condizionato dal calvario della scorsa stagione che ha impedito a Roger di poter esprimere il proprio potenziale e di giocare con continuità. ‘Non ho mai pensato che sarei potuto arrivare a questo punto – ha dichiarato Federer in conferenza stampa – le mie aspettative erano di giungere alla seconda settimana e invece eccomi qui, ancora in corsa’. Wawrinka si è imposto nel 2014 in questo torneo, battendo Nadal in finale.
Nel tabellone femminile c’è ancora spazio per le sorelle Williams tornate ad incantare nonostante l’età non più verde. La 37enne Venus si è ripresa il posto nell’olimpo del tennis mondiale, battendo la russa Pavlyuchenkova nei quarti, contro ogni pronostico. Per Serena Williams, si dovrà attendere la sfida contro l’astro nascente del tennis mondiale, la britannica Johanna Konta.
Un torneo segnato dall’ecatombe delle teste di serie più accreditate. I due protagonisti più attesi si sono dovuti arrendere alla maggior freschezza di avversari meno illustri come Istomin e Zverev, capaci di compiere imprese titaniche, al di la di ogni pronostico. Per entrambi i contendenti è sfumato il sogno di giocarsi il ruolo di re del tennis mondiale, mancando l’appuntamento con una finale annunciata.

About Zoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *