martedì , ottobre 24 2017
Home / Uncategorized / Fabio Aru e un 2017 in cerca di rivincite

Fabio Aru e un 2017 in cerca di rivincite

Fabio Aru dopo un 2016 avaro di soddisfazioni si aspetta molto da questo nuovo anno, che è già cominciato abbastanza bene per il ciclista di 26 anni con il terzo posto nella classifica generale del giro di Oman, una corsa a cui non aveva mai preso parte prima d’ora e che ha soddisfatto il talento italiano.

Adesso la sua stagione continua sempre in Asia dove correrà ad Abu Dhabi da giovedì e con lui ci saranno altri big come il suo amico Nibali, Quintana, Bardet e Contador. Aru nella passata stagione ha avuto tantissimi problemi ma vuole guardare avanti cercando ora la migliore forma per poi affrontare la grandi classiche con la consapevolezza di poter puntare alla vittoria finale.

Dopo 4 anni di lavoro di squadra insieme si troverà per la prima volta da avversario Vincenzo Nibali ed Aru non nasconde un pò di imbarazzo, ma giura che nonostante il rispetto e l’amicizia che li lega, da quest’anno in gara lo vedrà solo come un avversario da battere.

La preparazione alla nuova stagione agonistica per il ciclista di  San Gavino Monreale è stata molto curata nei dettagli come lo stesso Aru ha precisato. Viste le difficoltà della passata stagione non si è voluto lasciare nulla al caso, quest’anno si punta dritto alle vittorie. Lo stesso ciclista ha ammesso di aver deluso nel 2016 ma che ha comunque arricchito il suo bagaglio di esperienza avendo preso parte al Tour de France e alle Olimpiadi e adesso che è diventato l’uomo di punta della sua squadra si sente pronto per portare il peso delle responsabilità e trasformalo in stimolo a fare sempre meglio.

Dopo gli appuntamenti in Asia Aru ha già fatto sapere che prenderà parte per la prima volta alla Tirreno-Adriatica gara molto affascinante e dura, ma il suo vero obiettivo stagionale resta il Giro d’Italia che quest’anno arriva al 100°anno come edizioni. Aru vorrebbe subito regalarsi delle gioie, perchè quest’anno il Giro partirà dalla sua terra dalla Sardegna e sa che il suo popolo sarà al suo fianco.

Il ct della Nazionale Davide Cassani ha cercato di spronare Aru, affermando che questo per lui sarà un anno decisivo per la carriera ed il ciclista si sente pronto a carico per dare ragione a Cassani.

Fabio Aru è diventato professionista nel 2012 ed è molto forte in salita. Nel 2015 ha vinto la Vuelta ed è arrivato sul podio del Giro d’Italia nel 2014 e nel 2015. Ha vinto tre tappe al Giro e due alla Vuelta. Ha un record, è infatti stato il primo ciclista sardo ad indossare la maglia Rosa.

About renybang

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *