lunedì , settembre 25 2017
Home / Notizie / Chi sono i giocatori italiani più forti

Chi sono i giocatori italiani più forti

Negli ultimi anni il poker live, fatto di lunghi tornei e trasferte oltreoceano, e quello online sono sempre più popolari in Italia e molti giocatori italiani si sono contraddistinti in entrambi i campi portando a casa risultati eccezionali.

È difficile in verità definire chi tra la moltitudine di giocatori attivi sia veramente il più forte, soprattutto nei tornei di poker online organizzati dai maggiori siti in circolazione dove ogni giorno professionisti provenienti da ogni parte d’Italia si sfidano tra di loro. Eppure è possibile stilare una classifica riferendosi semplicemente alle vittorie dei più importanti tornei di poker live dove inoltre le vincite in palio sono abbastanza sostanziose. Sono molti i nomi che circolano sul panorama del poker italiano, da Luca Pagano adesso anche star di Twitch ad Andrea Dato, ma la lista dei top 5 riserva delle grandi sorprese.

 

#1 – Mustapha Kanit, $9,174,924

Non ci sono dubbi, al momento Mustacchione è in testa alla classifica italiana grazie alle buone performance ottenute per tutto il 2016 e per questa prima parte del 2017. Il nuovo anno per lui è infatti iniziato nel migliore dei modi con un colpo da oltre 500.000 euro nel super high roller in occasione del primo Pokerstars Championship alle Bahamas tenutosi a gennaio.

Un colpaccio per Mustapha Kanit che ha già superato di gran lunga la soglia degli 8 milioni di dollari vinti in carriera. Classe 1991, Kanit è uno dei più giovani pokeristi in circolazione, temuto al tavolo da gioco ma stimato da tutti i professionisti del settore.

L’ascesa di Kanit è stata senza dubbi una delle più rapide ed eccezionali degli ultimi anni, non solo in Italia ma nel panorama mondiale del poker. Mustapha si è imposto come eccezionale giocatore di poker online facendo suoi moltissimi risultati al Sunday Millions e ai WCOOP.

Tra gli ultimi e più strepitosi risultati di “lagnaaammm”, il suo nickname ai tavoli, troviamo un’eccezionale doppietta su Pokerstars. Nel marzo 2016 prima porta a casa il Sunday Supersonic e una settimana dopo mette le mani sul Sunday Million battendo un plotone di oltre 5 mila giocatori per un primo premio di 177.229 dollari.

Kanit nel 2016 inoltre ha fatto parte della Global Poker League nel team dei Rome Emperors guidati da Max Pescatori.

 

 

#2 Dario Sammartino, $ 4,776,356

Dario Sammartino è senza dubbi uno dei giocatori italiani più noti nel circuito internazionale, soprattutto grazie ai suoi piazzamenti alle World Series of Poker, ovvero i campionati mondiali di poker.

Madgenius, questo il suo nickname, inizia giocando cash game durante il periodo dell’università in cui alterna gli studi, il lavoro come PR per i locali di Napoli e le partite a poker.Ma è dal 2013 in poi che il giocatore napoletano inizia ad affermarsi pian piano come uno dei giocatori più vincenti della storia del poker italiano, entrando nella top 10 al fianco di player più esperienti del calibro di Pescatori, Dato e Bonavena.

L’anno d’oro di Sammartino è il 2015 in cui riesce a mettere a segno una serie di colpi impressionanti tra cui quarto posto nell’High roller da 100.000 euro durante l’EPT Grand Final Montecarlo  e nel Main Event dove chiude 17esimo per 51.350 euro.

Nel 2016 grazie ad un terzo posto nell’High Roller PCA il napoletano ha confermato di essere uno dei migliori giocatori di HR del mondo. Sammartino fa inoltre parte della Global Poker League nel team dei Rome Emperors capitanato da Max Pescatori.

Alle WSOP 2016 un 17esimo posto nell’High Roller for One Drop gli consente di scavalcare Candio e portarsi sul podio dei giocatori italiani più vincenti di sempre, mentre a inizi 2017 riesce a superare il muro dei 4 milioni durante il primo Pokerstars Championship alle Bahamas.

 

#3 – Max Pescatori, $ 4,287,950

Quando si parla di poker italiano il primo nome che viene subito in mente è senza dubbio quello di Max Pescatori. Ha cominciato come croupier e poi nel 2006 ha vinto il suo primo braccialetto WSOP. Il suo nick tra i tavoli di poker è il Pirata ma molti in Italia lo conoscono anche come “Mister WSOP” grazie ai suoi ottimi piazzamenti alle WSOP. Da qualche anno ha però dovuto far spazio ad altri giocatori più giovani a partire da Filippo Candio fino a Mustapha Kanit. Nel 2015 però si è ripreso il titolo vincendo il terzo braccialetto WSOP ed attualmente è il primo giocatore europeo ad avere 4 braccialetti.

La sua carriera di professionista di grandissimo spessore gli ha anche dato la possibilità di diventare un team manager  della Global Poker League, infatti è stato il coach del team italiano Rome Emperors nella prima edizione della GPL nel 2016.

 

 

#4 – Filippo Candio, $ 3,491,984

Per molti anni Candio è stato il più giovane pokerista italiano a sfidare i giganti di Las Vegas , nomina che tante volte gli è anche costata cara a causa dei suoi comportamenti al tavolo non sempre apprezzati da tutti. Nel 2009 infatti viene espulso dal team di Pokerstars perché accusato di aver fatto giocare un altro giocatore con il suo conto gioco mentre lui era impegnato in un torneo dal vivo. Nonostante queste piccole marachelle Candio ha sempre portato a casa  ottimi risultati alle alle WSOP, è stato il primo e unico italiano arrivato al tavolo finale del Main event, classificandosi in quarta posizione.

Ultimamente è uscito dalle scene dei tavoli verdi perché è impegnato a gestire la sua poker room online.

 

 

#5 – Salvatore Bonavena, $ 3,095,665

Salvatore Bonavena non ha certo bisogno di molte presentazioni. Lavorava come agente immobiliare quando, nel 2005, si avvicinò per la prima volta al mondo del poker. Iniziò ben presto a giocare nei maggiori tornei italiani e internazionali. Il 2010 è stato per lui uno degli anni più preziosi della sua carriera.

Si è meritato la sponsorizzazione da parte di PokerStars e ha chiuso il 2010 con una somma superiore ai 600mila euro di vincite ed ottimi piazzamenti come il terzo posto all’IPT di settembre a Nova Gorica, l’undicesimo all’EPT di Villamoura e la vittoria del main event dell’IPT di Venezia.

Negli ultimi anni Bonavena non ha conosciuto battute d’arresto e soprattutto in Italia ha continuato a collezionare ottimi risultati come la vittoria di un evento del WPTN, e di un side event dell’EPT. Tra gli ultimi risultati di Salvatore troviamo un premio di 15.000 dollari nl Main Event delle WSOP 2015 e un ottavo posto nel Senior Event dell’EPT Barcelona 2015.

Nel 2016 lo abbiamo poi visto anche al Battle of Malta e all’ultimo EPT Praga dove è stato il migliore tra gli Italiani in gara.

 

 

About renybang

Cerca Anche

Antioscuramento Aams: giocare sui siti di scommesse non autorizzati

I siti di scommesse sportive e di giochi online come i giochi da casinò, skrill …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *